Muser: esempio di cristiano credibile e coerente

Nel duomo di Bolzano il vescovo Ivo Muser ha celebrato oggi il secondo anniversario della memoria liturgica del beato Josef Mayr-Nusser, che cade il 3 ottobre. “Mayr-Nusser è per tutti noi l’esempio di un cristiano credibile e coerente, che segue una coscienza orientata al Vangelo“, ha detto il vescovo.

 

Durante la celebrazione in duomo monsignor Muser ha ricordato che oggi si apre a Roma il Sinodo dei giovani, “e proprio Josef Mayr-Nusser ricordava sempre quale forza può nascere da un giovane che vive cristianamente.“ Nella sua omelia il vescovo ha definito Mayr-Nusser un esempio di nobili principi e un monumento della virtù, “con una forte convinzione biblica: bisogna seguire più Dio che non l’uomo, avere il coraggio di andare controcorrente. E quindi non rincorrere ciò che oggi va di moda, ma tradurre nei fatti ciò che ci indica la nostra coscienza cristiana. Impegnandosi a distinguere il bene dal male.“

Nascono da qui il chiaro no del beato Mayr-Nusser al regime nazionalsocialista e una condotta di vita che ne hanno fatto un dono per la Diocesi, ha ribadito Muser: “È l’esempio di un cristiano credibile e coerente. Non una banderuola che ondeggia a seconda del vento, ma un cristiano che segue una coscienza orientata al Vangelo. Oggi abbiamo bisogno dei valori per i quali Josef Mayr-Nusser è vissuto e ha dato la vita, valori che ci aiutano ad alzare la voce in favore dei più deboli, dei senza nome, dei non benvenuti.“

Mostre

Ci sono due mostre identiche con 10 rullops (pannelli) con informazioni sulla vita e l’attualità di Josef Mayr-Nusser.

Qui trovate ulteriori informazioni sulla mostra.

Desiderate una conferenza o una lettura pubblica su Josef Mayr-Nusser?

Qui trovate tutte le informazioni necessarie.